domenica 12 ottobre 2008

304 - Kourabiedes, ricetta ebraica




In "risposta" alla mia amica Giovanna di Lost-In-Kitchen, questa ricetta ebraica dei "Kourabiedes" ovvero dolcetti turco-greci molto friabili e "nuvolosi". I kourabiedes esigono una bevanda, che sia caffè, thè, succo di frutta o semplicemente acqua fresca, perché hanno tendenza a sfarinarsi talmente tanto in bocca che a volte passano difficilmente...
Questa mia ricetta (di mia nonna, in realtà...) non comporta uova e non comporta liquore.

Per 24 pezzi
400g di farina OO
80g di zucchero semolato
250g di burro
1 cucchiaino e mezzo di lievito per dolci in polvere
1 idea di essenza di vaniglia
1 cucchiaino da caffè di acqua di fior d'arancio
100g di zucchero a velo per coprire quando cotti

Lasciare il burro diventare molle a temperatura ambiente poi girarlo con la forchetta per ottenere una crema.
Aggiungere lo zucchero, la vaniglia, l'acqua di fior d'arancia e il lievito mescolando bene.
Aggiungere la farina setacciata a pioggia girando e amalgamare bene fino ad ottenere una pasta morbida.
Lasciare riposare la pasta per circa 40 minuti in frigo.
Prescaldare il forno a 170°.
Formare 24 biscotti tondi un pò schiacciati, o mezzelune.
Piazzarli sulla teglia da forno coperta di carta oleata e infornare per NON PIU' di 22 minuti.
I kurabiedes devono uscire dal forno BIANCHI APPENA BEIGIOLINI...
Lasciare raffreddare i biscotti per 15 minuti almeno e coprirli abbondantemente con zucchero a velo.
Sono sempre migliori dal giorno dopo.


30 commenti:

Imma ha detto...

Fatti e confermo sono eccezionali! baci

PS non mi sono dimenticata della tua richiesta sul michigan hot dog. Ti scirvero' in privato!

Jean-Michel ha detto...

Grazie Imma!

:)))

barbara ha detto...

Ora MI TOCCA provare anche questa.... ;-) grazie!

Jean-Michel ha detto...

Eh si, Barbara, ti tocca!!!!

:)))

Carmen ha detto...

nooooooo!!!!!!!
devo farli assolutamente
grazie jm
bacioni

Jean-Michel ha detto...

Ciao Carmen!
Fammi sapere...

:)))

astrofiammante ha detto...

interessante ricetta di biscotti senza uova....mi fido e li faccio, ciaoooooo!

Kim ha detto...

The recipe looks amazing, but more important, you're back!! Hope the Danes and that amazing place that you were at weren't too hard to deal with ;-)))))

Jean-Michel ha detto...

Ciao Astro!
Fammi sapere anche tu!

:)))

Jean-Michel ha detto...

Nothing was hard to deal with, Kim, except for the 12 or 14 working-hours on a row... Danes are very nice people and the place is enchanting...

:)))

erika ha detto...

eccoti!!!
biscotti ai fiori di arancio, mi piacciono!

Jean-Michel ha detto...

Ciao Erika!
Sempre mattiniera eh!!!

:)))

Lory ha detto...

Ben tornato maestro ,-)
Questi li faccio per il dolcetto di fine settimana,magari in accompagnamento,studio poi mi metto all'opera ;-)

Jean-Michel ha detto...

Grazie Lory!
Allora: buon lavoro e fammi sapere...

:)))

Ila ha detto...

Ecco dei biscottini da provare...magari gia' oggi, cucciola permettendo penso proprio di farli stamani, grazie!

Jean-Michel ha detto...

Ebbrava Ila, mattiniera e decisa!
Vedrai che sono ottimi!

:)))

Giovanna ha detto...

Bravo, JM: mi piacciono questi confronti a distanza sulle stesse ricette. Prima o poi devo provare anche i tuoi, ma sai, alle ricette ci si affeziona!
Vedo che non ci sono mandorle nemmeno qui.
Un bacione, ci si vede prestissimo!

Jean-Michel ha detto...

In effetti non ci sono mandorle e ti dirò che io li preferisco di sola farina anche se sono più "farinosi", appunto...

A presto!!!

:)))

Lory ha detto...

Maestro,indovina un pò??
Sono in forno!!!!!!!
Venerdi ti faccio vedere il risultato,grazieeeee!

Jean-Michel ha detto...

Lory, sono impaziente di sapere...

:)))

Lory ha detto...

Nn posso esprimere a parole, ti farei vedere la faccia estasiata della mia ciurma,semplicemente perfetti!
Ho dato loro una forma un pò particolare ;-)
Grazie grazie grazie!

Jean-Michel ha detto...

Lory, fo-to! fo-to! fo-to!!!!!

:)))

Lory ha detto...

Il post di domani sarà tutto per te!!!

Jean-Michel ha detto...

Grazie!!!!!!

:***

Anonimo ha detto...

....che tuffo al cuore.....i "Kourabiedes"!!!
Mia cugina, italo-greca, studiava con me all'università a padova, e me li portava spesso di ritorno dalla Grecia, perche sapeva che impazzivo per questi dolcetti meravigliosi.....mi cimenterò senz'altro con questa ricettina!!!
Complimenti per il blog!!!
Giulia s.

Jean-Michel ha detto...

Grazie Giulia!
Mi fa piacere che tu abbia ritrovato i kourabiedes...

:)))

lei ha detto...

provati... strepitosi,da rifare (e ri-mangiare)al più presto, grazie!

Jean-Michel ha detto...

Grazie e complimenti per il tuo bel blog! Oggi mi ci perderò...

:)))

lei ha detto...

; )) grazie, anche se è lì dormiente da un pò ... a volte sembra che non basti il tempo per vivere, figuriamoci per scrivere ; )

Jean-Michel ha detto...

Mal comune mezzo gaudio...Dai, sù, dati da fare! Vogliamo altri racconti belli!

:)))