martedì 30 settembre 2008

300 - Fagioli all'uccelletto




Un giorno, all'inizio della mia permanenza in Italia, un'amica fiorentina mi chiamò per invitarmi a cena dicendo: " vieni che avremo fagioli all'olio nuovo e all'uccelletto!"
Ebbi una reazione da francese: mi offesi. Mi offesi perché se in Francia inviti qualcuno a cena promettendogli fagioli vuol dire che non gli vuoi bene (i fagioli sono considerati cibo da mensa militare) o che sei in bolletta (sono anche cibo molto economico...), però ci andai lo stesso. La rivelazione fu grandiosa, non sto a spiegare perché: tutti gli italiani sanno che in Toscana cucinare i fagioli è un'arte, soprattutto in queste tre versioni: lessi con l'olio nuovo (in "bruschetta" o meno...), "all'uccelletto" e "al fiasco". I fagioli toscani detti "zolfini", del Valdarno, sono tra i migliori al mondo (e tra i più cari...), e i "cannellini" toscani no hanno più bisogno di presentazione...
Oggi sono fiero, io francese, di sapere cucinare i fagioli alla toscana, e vi do la mia ricetta dei cannellini all'uccelletto.

Per 6 persone
500g di fagioli "cannellini" toscani
500g di polpa di pomodoro
10 foglie di salvia fresca
5 spicchi d'aglio
Olio toscano extravergine
Sale e pepe nero

Mettere a mollo i fagioli per almeno 12 ore.
Scolateli e metteteli a cuocere in molta acqua con 5 foglie di salvia e due spicchi d'aglio (niente sale), portando ad ebollizione lentamente poi lasciandoli "pippiare" a fuoco basso fino a quando non sono teneri ma ancora non del tutto "finiti".
Scolate i fagioli tenendo da parte un bel bicchiere del loro brodo di cottura.
In un tegame mettete a rosolare leggermente 5 foglie di salvia intere e gli spicchi d'aglio interi sbucciati in olio e.v., poi buttateci il pomodoro.
Salate, pepate (abbondantemente) e lasciate cuocere questo sugo a fuoco vivo per una quindicina di minuti.
Aggiungete i fagioli e il bicchiere del loro brodo e lasciate cuocere a fuoco basso per circa 30 minuti.
Servite molto caldo come contorno.

10 commenti:

Ila ha detto...

Oddio che buoni!!!!
Adesso provero' la tua ricetta...il colmo una toscana che impara a fare i fagioli all'uccelletto da un francese...
Grazie JM!!!:)

Jean-Michel ha detto...

Hahahahaha! Ila, è buffo in effetti...Però sono buoni davvero i miei fagiloi!

:)))

barbara ha detto...

Li ho sentiti spesso nominare.. ma ora ho lo spunto per poterli realizzare, grazie!
P.S. Se ne hai voglia ... qui... c'è un premio per te da ritirare!

Jean-Michel ha detto...

Grazie Barbara!
Vado subito a vedere.

:)))

marguerited ha detto...

ecco un altra buona e semplice ricetta da provare.
E i fagioli toscani al fiasco li conosci? E' un sistema di cottura con una specie di fiasco in terracotta, io l'ho trovato in cantina e vorrei rimetterlo in uso
buona giornata
abbracci
marg

Jean-Michel ha detto...

Ciao Marg!
I fagioli al fiasco si fanno in generale in un fiasco da Chianti "spagliato", ma ho sentito parlare anche del fiasco di terracotta che non ho mai visto...
Perché non metti una foto?

:)))

Imma ha detto...

Buonissimi! da quanto tempo non li mangio!!! Mi devo decidere a rifarli!!! xoxo

marguerited ha detto...

ciao,
si una foto sarebbe un ottima idea ma, come avrai visto, nel mio blog non ce ne sono molte; per la semplice ragione che non so come scaricarle dal telefonino.
sob+
ciao marg

Jean-Michel ha detto...

Imma, te li raccomando!

XOXO

Jean-Michel ha detto...

Marg: impara...
:)))))))