domenica 29 aprile 2012

433 - VeganFest a Seravezza, il 28 aprile 2012


  Ieri a Seravezza io e Luisa Ghetti abbiamo offerto un cooking-show al pubblico del VeganFest. L'idea era di dimostrare che la cucina vegan ha radici molto antiche e lontane, e che non è stata inventata in Occidente e recentemente. Tre piatti orientali (tabbulèh libanese, taboulé pied-noir e falafel con tahina) sono stati cucinati e assaggiati, e ci siamo anche divertito. Non siamo vegan, nemmeno vegetariani, e abbiamo apprezzato l'invito degli organizzatori che sfatano così la leggenda del "talebanismo" della categoria vegan. Il festival, uno dei più importanti in Europa, ha creato movimento in quel paese delle Apuane e a quanto pare suscitato molto interesse. Complimenti a tutti!

3 commenti:

dede ha detto...

complimenti a tutti e va bene, ma soprattutto a voi. O sbaglio?

silvia francesca ha detto...

Buongiorno, mi chiamo Silvia e ho partecipato al vostro cooking show di Seravezza a base di tabbulèh libanese, taboulé pied-noir e falafel con tahina. Ho apprezzato tantissimo queste 3 ricette e mi chiedevo se poteste postarle sul blog. Mi piacerebbe molto provare a riprodurre quei fantastici aromi.
Grazie e ancora complimenti!!!

Jean-Michel ha detto...

Ciao Silvia!
I falafel sono qui:
http://cucinarelontano.blogspot.it/2008/03/falafel-o-tamia.html

La tahina è qui:
http://cucinarelontano.blogspot.it/2008/11/tahina-o-thina-o-tahini-o-tahin-ovvero.html

Il taboulé francese è qui:
http://cucinarelontano.blogspot.it/2008/03/tabbuleh-di-cuscus-francia.html

Il tabbulèh libanese lo pubblico adesso...