domenica 20 dicembre 2009

386 - Baccalà dolce e forte alla maniera pratese




M'imbatto in questa curiosa ricetta di baccalà dolce e forte leggendo il bel libro di ricette di Umberto Mannucci: "Bisenzio tradizioni e cucina", un viaggio gastronomico nel territorio di Prato e del Bisenzio. Non mi sarebbe venuto in mente di cucinare il baccalà con zucchero, e devo provare questa ricetta antica al più presto...

"Friggere in abbondante olio insaporito da uno spicchio d'aglio, il baccalà tagliato a pezzi e infarinato.
Preparare il dolce e forte composto da:
(dose per mezzo chilo di baccalà)
mezzo bicchiere d'aceto
mezzo bicchiere d'acqua
50 grammi di zucchero
un pò di sugo di pomodoro
20 grammi d'uvetta
20 grammi di pinoli
Versare il composto sul baccalà e lasciare ritirare il sugo a fuoco lento, regolando il sale e il pepe."

"Bisenzio tradizioni e cucina"
Umberto Mannucci
Edizioni Libreria del Palazzo
Prato, 1973

E già che ci siamo, vi consiglio anche questa altretanto curiosa ricetta di "baccalà in dolceforte con farina di castagne":
http://www.viaggiareintoscana.it/saporiditoscana/notizie_vis.php?id=31&check=1&area=


Poi, su segnalazione di Artemisia Comina, questa ricetta veneta del baccalà "alla cappuccina" pubblicata sul suo blog:

7 commenti:

Artemisia Comina ha detto...

somiglia al baccalà alla romana, che include uvetta, pinoli, prugne, mele, che ho fatto da poco e rifarò, credo, per la sera della viglia. buonissimo. amo lo zucchero nei piatti salati, e queste mescolanze antiche, quando lo zucchero non era confinato nei dolci.

Jean-Michel ha detto...

Grazie Artemisia. Anch'io amo il dolce-salato e con il pesce m'incuriosisce molto. La tua ricetta è visibile da qualche parte?

Jean-Michel ha detto...

Anzi l'ho trovata sul tuo blog, "baccalà alla cappuccina". Interessante. Aggiungo il link al post...

Artemisia Comina ha detto...

ciao chef, auguri! quello alla cappuccina è veneto. ieri ho fatto il romano, che adotta anche il pomodoro e la buccia di limone grattugiata (mi sa che c'entra la cultura ebraica) e oggi credo che lo posterò :))

Jean-Michel ha detto...

Correggo subito e aspetto la ricetta romana...
:)))

Artemisia Comina ha detto...

interessante quello con salvia, finocchio e castagne. un insieme di aromi suggestivo.

(e mò vado in giordania e siria: chissà che non riesca ad acchiappare qualche sapore... auguri, a presto)

Jean-Michel ha detto...

Giordania e Siria: la terra delle spezie e aromi...t'invidio. Buon viaggio!