domenica 29 marzo 2009

358 - Pesto di pomodori secchi




Mi piace molto questa ricetta, "inventata" anni fa per una mia amica che non ama la consistenza dei pomodori secchi ma ne ama il sapore...

Si tratta di mettere dei pomodori secchi a scottare in acqua bollente per circa 20 minuti, in modo da ammorbidirli. Poi si scolano, si spremono tra le mani per fare uscire tutta l'acqua e si buttano nel mixer con aglio, basilico, pinoli, aciughe, un pò di pecorino stagionato o ricotta secca, pochi capperi dissalati e un goccio d'aceto rosso, un pò di peperoncino e un bel pò di olio extravergine. Si deve ottenere un bel pesto rosso pastoso, con il quale si condisce la pasta (sta meglio con pasta fredda...) o si coprono fette di pane abbrustolito.

Io non metto sale ma ognuno poi giudicherà per sé.

Le proporzioni le lascio decidere a voi...

Una cosa squisita è mescolarci del tonno in scatola. Non è più pesto di pomodori secchi ma vale la pena...

16 commenti:

dede ha detto...

pomodori secchi e mandorle, semplicemente, sono anche un mio cavallo di battaglia buono per tutte le stagioni e per tutte le pietanze.

Luvi ha detto...

chissà che buono! :D

Jean-Michel ha detto...

Ciao Dede!
Ottima idea, proverò anche questa...
:)))

Barbara ha detto...

Questa estate ho comprato i pomodori secchi in campania e li ho messi sott'olio.. la tua idea del pesto è strepitosa, deve essere buonissimo anche semplicemente spalmato su una fetta di pane tostato, grazie!!

Jean-Michel ha detto...

Ciao Barbara!
Si, è veramente buono...
:)))

marcella candido cianchetti ha detto...

grazie grazissime per questa goduria domani faccio x amo i pomodori secchi da buona sicula buona giornata

Jean-Michel ha detto...

Buona giornata a te Marcella!!!

Jean-Michel ha detto...

Artemisia Comina mi manda questo commento, che stranamente il blog si rifiuta di pubblicare:

"è un pesto da aggiungere agli squisiti medio orientali... perdona, ma io sono ancora lì...questa estate ad Atene in una ouzeria ho mangiato infiniti crostini con infinite creme di questo e di quello, e ho una certa fantasia di ricreare un bell'assortimento da proporre.

nel frattempo ti dico - anche qui, scusami, ma non sono molte le persone con cui posso condividere queste gioie :DD - che ho provato con grande gusto lo sformato iraniano di riso e yogurt con farcia di pollo, un piatto elegantissimo."

marguerited ha detto...

è un idea davvero originale, va provata. grazie
come stai caro JM, ogni tanto arrivo in questo blog, mi incanto delle tue ricette, ma non lascio commenti da un pezzo. Oggi volevo salutarti
a presto
marg

Jean-Michel ha detto...

Hola Marg!
Sto bene, grazie.
Ma quante belle ricette di pesce che hai pubblicato! Mi viene l'acquolina in bocca ogni volta che apro Pensieri...
Nemmeno io lascio commenti, ma seguo...
Bacio!

marguerited ha detto...

il pesce lo adoro, caro jm
se non avessi una vita sociale che mi impone di non puzzare di aglio di prima mattina, mangerei cozze anche a colazione.
Continuiamo a seguirci così un pò emergendo un pò sott'acqua, per restare in tema.
un abbraccio e buon w.e.
marg

Jean-Michel ha detto...

Avevo intuito che ti piace il pesce...hehehe!!!
Buon weekend!

:)))

marguerited ha detto...

Ciao Jm
ma tu lo conosci il libro "il mare in pentola" dal quale ho copiato le ricette? il personaggio che l'ha scritto e penso sia un navigatore, un velista per la precisione mi affascina. Adesso faccio una ricerca e magari gli dedico il prossimo post
buon we
marg

Jean-Michel ha detto...

Si, Marg, lo conosco. E'un bel libro...
:)))

marcella candido cianchetti ha detto...

ottimo fatto grazie e ciao

Jean-Michel ha detto...

Grazie a te Marcella!!!!
:))))