domenica 15 marzo 2009

354 - Fava ovvero purè di piselli gialli greco-turco



-->

Questo puré di piselli gialli (o lenticchie rosa…) fa parte anche lui dell’antipasto turco-greco, ma in Grecia il nome viene probabilmente dall’italiano, in quanto la pietanza assomiglia molto al purè di fave pugliese, e la Puglia, si sa, è molto vicina…
La mia versione è questa:

Per 4 persone
200g di piselli gialli seccati e spaccati (si trovano nei negozi esotici che vendono prodotti indiani, sotto il nome di “chana dahl”), oppure 250g di lenticchie rosa dette anche lenticchie turche.
1cipolla rossa media divisa in due
½ limone
Olio extra-vergine
Sale e pepe

Fare cuocere i piselli secchi in acqua addizionata di sale, poco olio e una mezza cipolla intera. Non mettere moltissima acqua all’inizio ma piuttosto aggiungerne via via che i piselli la assorbono, fino a quando non sono cotti del tutto e già quasi disfatti. Non dovrebbe esserci più acqua da scolare ma se il caso scolateli.
Passate il purè al mixer per lisciarlo, con il succo di limone, sale e pepe e olio extra-vergine in quantità moderata.
Sistemate il puré nel suo contenitore da portata e copritelo con fettine sottilissime di cipolla cruda.
Servire tiepido o freddo.

11 commenti:

marcella candido cianchetti ha detto...

bene bene sò dove trovare queste lenticchie

FrancescaV ha detto...

sto seguendo corsi e ricette che fai sul blog di Luvi e sono venuta a farti i miei complimenti, per le ricette, la loro varietà e il tema dei corsi di cucina trattati. Bello!

Jean-Michel ha detto...

Grazie Francesca, detto da te mi fa molto piacere!

:)))

Artemisia Comina ha detto...

ma io debbo frequentare di più questo blog!

è tutto il giorno che traffico con carne di agnello e cannella, carne di manzo e zafferano, purè di carote e cumino e peperoncino...domani farò un budino di fave con la cipolla rossa e probabilmente ci rimetterò l'osso del collo buttandomi su un riso iraniano, che non ho mai fatto, con nove ospiti...insomma, come mai non sono qui più spesso? a presto :))

Jean-Michel ha detto...

Grazie Artemisia, anch'io bazzico molto sul vostro blog anche se non lascio commenti...Le tue ricette di basbussa mi piacciono, oh quanto mi piacciono!!! Ma anche la scelta dei quadri e tutto il resto.

:)))

Artemisia Comina ha detto...

per la cena di questa sera:

crema di carote piccante, con peperoncino e cumino e olive.

Tajine di agnello con prugne e albicocche secche.

spezzatino iraniano di manzo con rabarbaro.

riso iraniano.

sformato di fave con cipolla rossa.

basboussa con pistacchi.

dei medioorientali, proteggetemi, e tu, gentile Jean Michel, pensami.

a presto, Artemisia.

(temo soprattuto il riso, ma senza timore del rischio non c'è cibo nè ospitalità)

PS: dove trovo ciò di cui parla Francesca?

Jean-Michel ha detto...

Non preoccuparti, andrà tutto bene, anche il chilau iraniano...
Ciò che indica Francesca lo trovi sul blog della Luvi:

http://www.ilmondodiluvi.blogspot.com

Artemisia Comina ha detto...

la cena è andata, tutti contenti dell'atmosfera insieme vicina e lontana, è l'effetto medio oriente.

io ho ancora la testa piena di carni con la frutta e di verdure ridotte in creme leggermente speziate o aromatizzate da una spuzzatina finale di limone.

il riso non so se è venuto bene, chi lo ha mai visto, ma aveva una bella crosticina d'oro ed era tutto sgranato, mi è piaciuto. vorrei riprovarlo, magari con della carne dentro e dei frutti rossi essiccati.

questa volta ho sperimentato una basboussa con i pistacchi, è risultata fondente e piacevolissima.

adesso vado a rileggermi le mille e una notte :))

Jean-Michel ha detto...

Crosticina dorata...tutto sgranato...uhmmm...perfetto: è proprio così il chilau.
Complimenti per la cena!!!!
:)

Artemisia Comina ha detto...

grazie! :)

Jean-Michel ha detto...

Prego!!!
:)))