martedì 6 maggio 2008

203 - 10 maggio 2008 ore 18-21 Allo “Slow Food on Film” di Bologna

Ricevo, attraverso la newslwetter del portale MenSa (che vi raccomando), questa segnalazione che riporto volentieri:

Allo “Slow Food on Film” di Bologna
Due portali di cultura gastronomica
e le loro sezioni su cinema e cibo

Laboratori DMS - Auditorium Via Azzo Gardino 65/a
10 maggio ore 18-21
Cinema e cibo è il tema dello “Slow Food on Film”, un festival internazionale promosso dal movimento Slow Food e dalla Cineteca del Comune di Bologna dal 7 all’11 maggio 2008 a Bologna.
Sarà questa un’ottima occasione per presentare, sabato 10 maggio dalle 18 alle 21, due importanti portali di cultura gastronomica che hanno entrambi rilevanti e apposite sezioni dedicate proprio al rapporto cibo e cinema: “Cultura Gastronomica Italiana” e “Le chiavi di Casa Artusi”.

Cultura Gastronomica Italiana, ideato e gestito da Baicr-Sistema cultura di Roma, (http://www.culturagastronomicaitaliana.it/pagine/index.htm) consorzio fra prestigiose Istituzioni Culturali, ha fra i suoi promotori la Regione Emilia-Romagna, la Regione Piemonte e l’Università di Bologna.
È la più grande e ricca banca dati dedicata agli aspetti più propriamente culturali, documentari e informativi sulla Gastronomia italiana. Fra le sezioni più interessanti segnaliamo la Bibliografia, oltre 12000 titoli dal Quattrocento ad oggi, le Leggi, che include tutti i testi delle leggi regionali, nazionali e comunitarie in materia di alimentazione, i Manoscritti gastronomici medievali digitalizzati, in via di completamento e la sezione dedicata ai film italiani d’interesse e contenuto gastronomico. Rispetto alla videoteca conservata a Casa Artusi, questa è una raccolta virtuale ed è limitata, con i suoi attuali 200 titoli, alla produzione italiana. Il valore aggiunto è dato dal fatto di essere una filmografia critica e annotata, quindi ancor più utile ai fini dello studio e della ricerca.

Le chiavi di Casa Artusi – Portale della cucina domestica
(http://www.casartusi.it/web/casa_artusi/home_casa_artusi), frutto congiunto di Casa Artusi e della Soprintendenza per i beni librari e documentari della Regione Emilia-Romagna, è un repertorio di risorse on-line dedicato alla cucina di casa.
Il Portale offre una 'porta' di ingresso ad altri siti o ad altre risorse web e può svolgere funzioni di ricerca, offrire servizi di informazioni e di altro genere.
In Casa Artusi è operativa una videoteca, con numerosi film e documentari italiani e stranieri di interesse e contenuto gastronomico. Costituisce una sezione autonoma delle raccolte, finalizzata alla circolazione, allo studio e alla ricerca, alla organizzazione di rassegne, da quelle di rilievo medio-alto a quelle, più brevi e ridotte, ad uso didattico e divulgativo. La raccolta attualmente conta 200 titoli, e fa parte delle risorse ricercabili attraverso il Portale.
Il 10 maggio i due portali saranno presentati con brevi interviste di Lisa Bellocchi, giornalista RAI e curatrice della rubrica TgR “Italia agricoltura”, a Rino Pensato, “Mensamagazine”, Madel Crasta e Dario Simonetti, BAICR- Cultura Gastronomica Italiana, Rosaria Campioni e Vincenzo Bazzocchi, IBC- Soprintendenza per i beni librari e documentari della Regione Emilia-Romagna, Mauro Grandini e Antonio Tolo, Comune di Forlimpopoli.
Seguirà la proiezione del film-documentario “La variante Sultano”, realizzato da Vincenzo Cascone e prodotto da Extempora e il Ristorante Duomo di Ragusa, un viaggio, una rimemorazione del territorio e dei mestieri che entrano implicitamente nei piatti dello Chef siciliano Ciccio Sultano.

Per informazioni:
Ufficio Stampa IBC: tel. 051.217410-417
Soprintendenza per i beni librari e documentari: tel. 051.217535
http://www.ibc.regione.emilia-romagna.it/soprintendenza/indexie.htm





2 commenti:

caravaggio ha detto...

grazie x le segnalazioni intanto mi sono iscritta a mensa poi vedrò altri siti,uffa questo tempo che non basta e non è nel mio sistema di vita,sono una slow nella vita buona giornata

Jean-Michel ha detto...

Ciao Marcella!
Fai bene ad essere una "slow", ma per i tempi che "corrono" sei sicuramente controcorrente...

:)))